Metodo C’è

A Torino, la scomparsa della cooperativa DIRE, la frammentazione in numerosi gruppi o agenzie che proponevano Corsi LIS (associazioni di sordi e non, istituti, cooperative e gli stessi Enti Locali…) hanno creato una sorta di ‘concorrenza’ (mai dichiarata e senza confronti) che in almeno alcuni casi si è fortunatamente risolta in un aumento dello studio e dell’impegno dei docenti.
Al corso del metodo VISTA già quasi subito si era affiancato un corso propedeutico alla LIS che poi è diventato parte integrante dei corsi: il corso di CVG (comunicazione visivo gestuale), oltre ad alcuni altri adattamenti frutto del lavoro di singoli docenti e mai compiutamente documentati.

In questo ambito, disarticolato, confuso e magmatico ma straordinariamente vivo, nasce l’esperienza del metodo C’è, un metodo tutto italiano per l’apprendimento della lingua dei segni.